La dieta mediterranea

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari tradizionali di Italia, Grecia, Spagna e Marocco. 
 
Caratteristiche
La dieta mediterranea è caratterizzata dal consumo di pane, frutta, verdura, erbe aromatiche, cereali, olio di oliva, pesce e vino (in quantità moderate).
È un’alimentazione che prevede un elevato consumo di grassi, in quantità simili a quelle che caratterizzano altri paesi come gli Stati Uniti, che registrano però una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari.
Questo paradosso è spiegato dalla tipologia di grassi consumati nella dieta mediterranea: infatti seguendo questo regime alimentare si utilizza una gran quantità di olio d’oliva, un grasso vegetale che sembra abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.  
Anche un moderato consumo di vino, contenenete antiossidanti, sarebbe un altro fattore protettivo.
La dieta mediterranea ha effetti protettivi su malattie cardiovascolari, tumori, probabilmente allergie e asma e, secondo recenti studi, avrebbe un effetto positivo sul cervello preservando le sue capacità cognitive.
 
Mangiamo ancora mediterraneo?
Negli ultimi anni si registra in Italia la tendenza ad abbandonare, o comunque a modificare, lo stile di vita che abbiamo descritto e che è tipico della dieta mediterranea.
Il consumo dei prodotti che hanno caratterizzato per secoli la nostra alimentazione, insieme ad un determinato approccio nei confronti del cibo che è convivialità, interazione, condivisione, oggi sempre più spesso lascia il posto a
  • pasti veloci fuori casa in mense, ristoranti e fast food, 
  • aumento del consumo di alimenti confezionati ricchi di conservanti e additivi,
  • pranzi solitari spesso davanti a tv o computer.
Questo cambiamento di abitudini ha purtroppo determinato un impatto sulla salute riscontrabile per esempio nell’aumento di malattie cardiovascolari, del diabete, dell’obesità anche in età infantile.